Dizionario

 

Sensazione cutanea anormale percepita senza stimolo apparente, spesso riferita dal paziente come senso di intorpidimento cutaneo. Sintomo assai frequente in pazienti affetti da edemi, probabilmente riconducibile ad un aumento di pressione a livello del tessuto sottocutaneo e profondo con ripercussione diretta sulle terminazioni nervose e sui recettori sensoriali.

Sigla utilizzata per definire la Panniculopatia Edemato-Fibro-Sclerotica, che si manifesta con un quadro anatomo-patologico di distrofia del tessuto sottocutaneo soprafasciale caratterizzante la condizione clinica più comunemente conosciuta con il termine improprio di cellulite (vedi).
In figura: Quadri di classica localizzazione della Panniculopatia Edemato-Fibro-Sclerotica (PEFS).

Modalità di linfodrenaggio meccanico, che consiste in un dispositivo con gambali/bracciali o, preferibilmente, a fasce sovrapponibili, dotato di diverse camere pneumatiche, che alternano cicli di compressione-decompressione in sequenza a partire dalla regione più distale fino alla più prossimale.
In figura: Il dispositivo da noi impiegato per il linfodrenaggio meccanico-peristaltico-sequenziale.

Brevi ed esili vasi linfatici di collegamento tra la sezione periferica assorbente e le vere e proprie vie principali di deflusso, costituiti dai collettori linfatici e dai dotti linfatici principali.